logo segugio.it
LA SOCIETÀ
Chi è Segugio.it Chi è PrestitiOnline Opinioni degli Utenti News Prestiti Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Segugio.it Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy Privacy Istituti Partner Informativa Trasparenza Confronto Prestiti
SOCIETÀ CONFRONTATE
PrestiamociIBL BancaSmartikaSantander Consumer BankFindomestic BancaConTe PrestitiYounited Tutte le Finanziarie Confrontate Finanziamenti Offerti
TUTTE LE NEWS DI SEGUGIO
Numero Verde: 800 999 555
Logo Segugio.it

Prestiti ristrutturazione e le agevolazioni del Decreto n.63

15/07/2013

Il mese scorso il Governo ha finalmente reso operativo il decreto legge n.63, che contiene le nuove disposizioni in materia di prestazione energetica nell'edilizia e di coesione sociale. L’obiettivo è allineare l’Italia alle politiche disposte dalla Comunità Europea su questi temi e contenuti nella Direttiva Europea 2010/31/UE.

Grazie a questo decreto vengono migliorate le agevolazioni fiscali previste per chi effettua lavori di ristrutturazione, di adeguamento degli impianti energetici e anche per chi desidera rinnovare l’arredamento nella fase di ristrutturazione; e soprattutto viene prorogato il periodo per la richiesta delle agevolazioni, di 6 mesi per i privati cittadini (fino a dicembre 2013) e di un anno per i condomini (fino a giugno 2014).

Vediamo le agevolazioni nel dettaglio:

Agevolazioni fiscali ristrutturazione

Ora richiedere un prestito ristrutturazione dal 1° luglio fino al 31 dicembre 2013 è più conveniente, per le spese dei lavori è possibile ottenere una detrazione pari al 50%. Le agevolazioni interessano le ristrutturazioni e anche gli interventi antisismici, che assicurano maggiore sicurezza ad abitazioni e condomini, fino a un tetto massimo di 96.000 euro.

Bonus Arredamento

L’agevolazione per il rinnovo degli arredi si può ottenere solo se l’acquisto dei mobili è finalizzato ad arredare un’immobile per il quale siano stati predisposti lavori di ristrutturazione. Il decreto legge, valido per i cittadini fino al 31 dicembre 2013, assicura un bonus per l'acquisto di arredi fissi, come quelli per cucina o bagno, per un tetto massimo di 10.000 euro di spesa: il bonus del 50% consente, quindi, di detrarre fino a un massimo di 5.000 euro.

Di seguito il testo ufficiale del Decreto sulle agevolazioni fiscali:

Art. 15
Detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione ed efficienza
energetica

"1. Nelle more della definizione di misure ed incentivi selettivi di
carattere strutturale, finalizzati a favorire la realizzazione di
interventi per il miglioramento e la messa in sicurezza degli edifici
esistenti, nonche' per l'incremento del rendimento energetico degli
stessi, si applicano le disposizioni di cui agli articoli 14 e 16."

Art. 16
Proroga delle detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione
edilizia e per l'acquisto di mobili

"1. All'articolo 11, comma 1, del decreto-legge 22 giugno 2012, n.
83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134,
le parole: «30 giugno 2013» sono sostituite dalle seguenti: «31
dicembre 2013».
2. Ai contribuenti che fruiscono della detrazione di cui al comma 1
e' altresi' riconosciuta una detrazione dall'imposta lorda, fino a
concorrenza del suo ammontare, nella misura del 50 per cento delle
ulteriori spese documentate per l'acquisto di mobili finalizzati
all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione
di cui al presente comma, da ripartire tra gli aventi diritto in
dieci quote annuali di pari importo, e' calcolata su un ammontare
complessivo non superiore a 10.000 euro."

Agevolazioni fiscali impianti energetici

È salito dal 55 al 65% il bonus fiscale per l’efficienza energetica degli edifici, si potranno detrarre le spese relative all'ottimizzazione e alla riqualificazione degli impianti energetici a uso civile, all'acquisto di nuovi impianti a risparmio energetico e alla ristrutturazione di impianti preesistenti.

Per ottenere le agevolazioni bisognerà dimostrare e documentare il pagamento delle spese sostenute per i lavori e l’acquisto dei mobili.

Di seguito il testo ufficiale del Decreto sulle agevolazioni fiscali:

Art. 14
Detrazioni fiscali per interventi di efficienza energetica

"1. Le disposizioni di cui all'articolo 1, comma 48, della legge 13
dicembre 2010, n. 220, e successive modificazioni, si applicano nella
misura del 65 per cento anche alle spese sostenute dalla data di
entrata in vigore del presente decreto al 31 dicembre 2013, con
l'esclusione delle spese per gli interventi di sostituzione di
impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza ed
impianti geotermici a bassa entalpia nonche' delle spese per la
sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di
calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.
2. La detrazione spettante ai sensi del comma 1 si applica nella
misura del 65 per cento alle spese sostenute dalla data di entrata in
vigore del presente decreto al 30 giugno 2014 per interventi relativi
a parti comuni degli edifici condominiali di cui agli articoli 1117 e
1117-bis del codice civile o che interessino tutte le unita'
immobiliari di cui si compone il singolo condominio.
3. La detrazione spettante ai sensi del presente articolo e'
ripartita in dieci quote annuali di pari importo. Si applicano, in
quanto compatibili, le disposizioni di cui all'articolo 1, comma 24,
della legge 24 dicembre 2007, n. 244, e successive modificazioni, e
all'articolo 29, comma 6, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185,
convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2."

Come valuti questa notizia?
Prestiti ristrutturazione e le agevolazioni del Decreto n.63 Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
CONSULENZA GRATUITA
OPPURE CLICCA QUI PER ESSERE RICHIAMATO
PRESTITI PERSONALI