LA SOCIETÀ
Chi è Segugio.it Chi è PrestitiOnline Opinioni degli Utenti News Prestiti Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Segugio.it Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy Privacy Istituti Partner Informativa Trasparenza Confronto Prestiti
SOCIETÀ CONFRONTATE
ConTe PrestitiBNL FinanceYounitedSantander Consumer BankFindomestic BancaEurocqs Gruppo Bancario MediolanumCentro Finanziamenti Tutte le Finanziarie Confrontate Finanziamenti Offerti
TUTTE LE NEWS DI SEGUGIO
Numero Verde: 800 999 555
Logo Segugio.it

Coronavirus, prestiti online per chi è in difficoltà

08/04/2020

Coronavirus, prestiti online per chi è in difficoltàAlmeno fino al 13 aprile non si potrà lasciare la propria abitazione se non per comprovate esigenze. La ripresa di una vita normale, quella fatta di serrande di magazzini alzate, di persone in strada, di bambini nei parchi e di cantieri aperti, sembra ancora lontana al momento. Sebbene gli ultimi dati siano più confortanti, l’emergenza Coronavirus non ha ancora lasciato il nostro Paese e la prudenza è al momento l’unica arma per ridurre i contagi.

Ecco allora che si prova a reinventare la quotidianità e ad utilizzare smartphone e computer per pagare bollette, prenotare la spesa, ordinare i farmaci e consultare il saldo del proprio conto. Sono proprio le banche a spingere i clienti a non recarsi in filiale, ma ad utilizzare altri canali (internet o telefono) per effettuare le operazioni più importanti.

I prestiti a portata di click

L’emergenza Coronavirus si fa sentire da più fronti in Italia. Oltre a quello sanitario, ad avere la peggio è senza alcun dubbio il mondo finanziario. Non sono poche le famiglie che nelle ultime settimane stanno avendo grosse difficoltà economiche. Migliaia le richieste di apertura di cassa integrazione da parte delle aziende.

Tanti anche gli italiani che necessitano di credito e che provano ad accedere a prestiti online per ricevere una boccata d’ossigeno. I prestiti veloci sono prestiti personali, che vengono erogati in tempi rapidi rispetto ad altri finanziamenti. L’erogazione può avvenire anche in soli due giorni dal momento della richiesta.

L’istituto di credito esamina la richiesta e si accerta che il richiedente sia in grado di rimborsare il prestito per scongiurare episodi di insolvenza. In alcuni casi le banche richiedono la firma di un garante, ossia di un soggetto terzo, che avrà il compito di intervenire qualora il debitore principale non sia capace di saldare l’importo restante.

Con un prestito veloce online è possibile richiedere fino a 5mila euro. Ci sono, però, alcuni istituti di credito che presentano come massimo importo finanziabile anche la somma di 75mila euro. Nella maggior parte dei casi la durata è compresa tra i 12 e i 120 mesi.

Per far fronte alle più diverse esigenze di spesa, Segugio.it ti dà l’opportunità di confrontare i migliori prestiti e calcolare l’ammontare della rata mensile del finanziamento. Occorrono solo pochi secondi per ricevere un preventivo di prestito personale.

I prestiti tra privati: pro e contro

Un’altra tipologia di prestiti molto gettonata, soprattutto in questi periodi difficili, è quella del prestito tra privati. Si tratta di un finanziamento che avviene mediante un intermediario finanziario. In questo caso, dunque, sono tre i soggetti interessati dall’operazione, detta anche social lending: creditore, debitore e intermediario. Tocca a quest’ultimo consultare le Centrali Rischi e verificare l’affidabilità creditizia del richiedente prestito. Al richiedente prestito viene assegnato, infatti, un punteggio in base al quale i privati stabiliscono se concedere o meno il capitale richiesto.

I prestiti tra privati hanno il vantaggio di presentare costi di gestione più bassi, ma un limite legato a importo massimo e durata. Inoltre, anche i tassi di interesse applicati cambiano in base al tipo di operazione. Se quest’ultima ha profili di rischio più alti, maggiori saranno i tassi di interesse.

Prestiti consolidamento per estinguere i debiti

Con un prestito consolidamento è possibile, invece, estinguere i debiti per finanziamenti che sono ancora in corso e accendere un unico prestito che presenti magari una rata mensile di importo inferiore rispetto alla somma delle rate dei finanziamenti in essere.

Chi, in questo periodo, deve fare i conti con più finanziamenti, può optare per questa soluzione in modo da restare debitore di un unico nuovo prestito. A questo punto si beneficia, infatti, di rate mensili più basse e di una riduzione del costo totale del proprio indebitamento. Tutto risulta anche più semplice perché invece di far fronte a più scadenze, c’è una sola rata mensile da pagare con regolarità. C’è da dire, inoltre, che in molti casi il richiedente può anche richiedere liquidità extra.

La cessione del quinto per dipendenti e pensionati

I dipendenti pubblici e privati, così come i pensionati, possono ricorrere invece alla cessione del quinto. Parliamo di un prestito non finalizzato che presenta un tasso di interesse fisso e un piano di rimborso caratterizzato da rate costanti e dall’importo non superiore alla quinta parte dello stipendio o della pensione mensile.

Non è il debitore a farsi carico di versare le rate all’istituto di credito, ma il datore di lavoro o l’istituto previdenziale, nel caso dei pensionati. Questi prestiti possono avere una durata non superiore ai 10 anni. Se confrontati con un tradizionale prestito personale, i prestiti con cessione del quinto risultano più semplici da ottenere in quanto il rimborso delle rate è garantito grazie alla trattenuta dallo stipendio o dalla pensione. Insomma il rischio di insolvenza è minimo.

A cura di Tiziana Casciaro
Come valuti questa notizia?
Coronavirus, prestiti online per chi è in difficoltà Valutazione: 1/5
(basata su 1 voti)
Segnala via email Stampa

CONSULENZA GRATUITA
OPPURE CLICCA QUI PER ESSERE RICHIAMATO
PRESTITI PERSONALI