logo segugio.it
LA SOCIETÀ
Chi è Segugio.it Chi è PrestitiOnline Opinioni degli Utenti News Prestiti Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Segugio.it Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy Privacy Istituti Partner Informativa Trasparenza Confronto Prestiti
SOCIETÀ CONFRONTATE
PrestiamociIBL BancaSmartikaSantander Consumer BankFindomestic BancaConTe PrestitiYounited Tutte le Finanziarie Confrontate Finanziamenti Offerti
TUTTE LE NEWS DI SEGUGIO
Numero Verde: 800 999 555
Logo Segugio.it

Sarà ancora un anno di bonus per chi ristruttura casa?

03/10/2019

Sarà ancora un anno di bonus per chi ristruttura casa?

Ristrutturazione ed efficienza energetica sono due comparti prioritari per la nostra economia che necessitano di essere ancora incentivati dal Governo. Lo ribadisce il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, che fa sapere come dal 2007 a oggi sono stati 39 i miliardi investiti nelle opere di riqualificazione energetica da privati che hanno usufruito delle detrazioni fiscali.

Buone notizie allora per chi ha intenzione di fare lavori in casa o abita all’interno di un condominio che ha messo in cantiere interventi di riqualificazione, visto che la nuova Legge di Bilancio contiene la proposta di confermare ancora per un anno le agevolazioni fiscali.

Bonus casa ed Ecobonus sono sconti fiscali riservati a chi sostiene una spesa per la manutenzione ordinaria e straordinaria della propria casa, del giardino o di parti comuni di edifici, ma anche interventi di risparmio energetico “qualificato” o acquisti di mobili ed elettrodomestici finalizzati allo stesso risparmio, in special modo in occasione di una ristrutturazione.

Facciamo ordine tra le agevolazioni: il bonus casa e il risparmio energetico “non qualificato”

La regola generale è che chi ristruttura casa ha diritto a uno sconto fiscale.

Se la Legge sarà approvata, i contribuenti potranno portare in detrazione fiscale dall’Irpef il 50% delle spese sostenute per lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, su un importo massimo pari a 96.000 euro.

Se poi contestualmente alla ristrutturazione si sostengono spese che migliorano la qualità energetica dell’immobile, come infissi, climatizzatori, caldaie, pannelli fotovoltaci o stufe a pellett, la detrazione fiscale arriva al 65%, con il necessario invio di una comunicazione all'Enea sul sito dedicato alle ristrutturazioni entro 90 giorni dal termine dei lavori

Ma attenzione, perché lo sconto fiscale del 65% scatta solo in caso di interventi che comportano un risparmio energetico nel rispetto dei requisiti "qualificanti" (ad esempio l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda, di pareti isolanti o cappotti termici o la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o con caldaie a condensazione di classe A).

Per capire quali lavori di ristrutturazione potrebbero confermare il diritto al bonus e su quali sarà obbligatoria ai fini del suo conseguimento la comunicazione ENEA, si dovrà fare riferimento alla guida dell’Agenzia delle Entrate alle agevolazioni sui lavori di ristrutturazione.

E non è tutto, perché se la proposta troverà conferma, chi ha effettuato lavori durante questo anno o farà interventi in casa nel 2020, avrà tempo fino alla fine dell'anno per detrarre l’acquisto di mobili ed elettrodomestici in classe A+ (classe A per i forni), su una spesa massima di 10.000 euro corrisposti sempre con strumenti di pagamento tracciabili.

Il bonus sui lavori condominiali

Seppure il bonus ristrutturazioni e l’Ecobonus non dovessero trovare conferma nella nuova Legge di bilancio, sono garantiti fino al 2021 altre due importanti detrazioni fiscali:

  • il 70% sugli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni condominiali che coprano più del 25% dell’involucro dell’edificio;
  • il 75% sugli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni condominiali finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva.

Il sismabonus

Anche questo incentivo è stato già prorogato fino al 2021. Se l’immobile è ubicato nelle zone sismiche 1, 2 e 3, è possibile beneficiare di una detrazione unica con il bonus condomini 2018 (lavori di Ecobonus + Sismabonus) pari al 70% se c'è il passaggio a una classe inferiore di rischio terremoto e dell'80% se i lavori determinano la riduzione di due classi di rischio. Le percentuali salgono rispettivamente al 75% e all'85% se si tratta di lavori effettuati sulle parti comuni del condominio. Ricordiamo che per avere diritto alla detrazione, l'adeguamento sismico deve essere regolarmente certificato.

Ristrutturare con un prestito: come raddoppiare il risparmio

I lavori in casa necessitano di somme di denaro più o meno consistenti di cui non sempre si dispone. Servirà allora ricorrere a un finanziamento, approfittando dei tassi attualmente molto favorevoli.

Se poi si scegliesse un prestito online, non uno qualunque ma il migliore, allora l’affare sarebbe assicurato. Per trovarlo, basta servirsi del comparatore di Segugio.it, che offre le migliori soluzioni sul mercato dei finanziamenti.

Su Segugio.it è possibile confrontare quotidianamente le offerte di prestito più convenienti della rete, consultare ogni giorno i migliori prestiti personali e trovare l’offerta migliore in base al proprio profilo e alle personali esigenze.

I tempi dell’esito sono molto brevi. Ad esempio, richiedendo la somma di 20.000 euro da restituire in 84 mesi, la migliore offerta sul portale è di Findomestic per una rata mensile di 295,25 euro. Credito Lavori ha un Tan del 6,32% e Taeg 6,51% e si apre comodamente da casa con la firma digitale, mentre si gestisce a scelta da web, telefono o in agenzia. Le spese, come si intuisce dal divario minimo tra Tan e Taeg, sono zero e la disposizione di bonifico o l'invio dell'assegno avverranno entro 2 giorni dal ricevimento del contratto sottoscritto e corredato dei documenti richiesti, dopo le opportune verifiche.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Sarà ancora un anno di bonus per chi ristruttura casa? Valutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
I prestiti personali più convenienti di giugno 2019 pubblicato il 17 giugno 2019
Prestiti: in estate tassi leggeri pubblicato il 16 luglio 2019
Viaggio tra i finanziamenti senza busta paga pubblicato il 16 ottobre 2019
Se finalizzato, il credito costa meno pubblicato il 13 ottobre 2019
Tutto quello che c'è da sapere per evitare le truffe sui prestiti pubblicato il 10 ottobre 2019
CONSULENZA GRATUITA
OPPURE CLICCA QUI PER ESSERE RICHIAMATO
PRESTITI PERSONALI