Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

I migliori prestiti per ristrutturare casa a settembre 2021

Il massimo importo finanziabile per un prestito ristrutturazione è di 50mila euro. Questo prodotto è richiesto per finanziare lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria dell'immobile, così come interventi volti a modificare il perimetro dell'appartamento e delle pertinenze.

Pubblicato il 01/09/2021
I migliori prestiti ristrutturazione di settembre 2021

Ristrutturare casa oggi è più semplice. Tra le agevolazioni previste dal Governo c’è, ad esempio, il Superbonus che ha innalzato al 110% l’aliquota di detrazione delle spese fino al 30 giugno 2022 per chi realizza interventi di efficientamento energetico, opere antisismiche o installa impianti fotovoltaici e infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

È stata, inoltre, concessa una proroga di altri 6 mesi, fino al 31 dicembre 2022, per le spese effettuate per lavori condominiali o realizzati sulle parti comuni di edifici composti da due a quattro unità immobiliari separatamente accatastate, in possesso di un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche se, al 30 giugno 2022, è stato fatto perlomeno il 60% dell’intervento totale.

Per cambiare il volto della propria abitazione è possibile anche far affidamento su un prestito ristrutturazione. Con questa soluzione è possibile finanziare lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’appartamento o anche opere volte a cambiare il perimetro dell’immobile. Chi sceglie un prestito ristrutturazione non deve ricorrere al notaio, né viene richiesta un’ipoteca.

Vuoi ristruttrare casa con un prestito? fai un preventivo

Le offerte di settembre 2021

Partiamo allora da una simulazione di prestito ristrutturazione da 10.000 euro per una durata di 84 mesi. Ipotizziamo che a farne richiesta sia un impiegato di 40 anni residente in provincia di Milano. La rilevazione prestiti è stata effettuata nella giornata di mercoledì 1 settembre 2021.

Al primo posto troviamo Prestito Personale di Younited Credit con una rata mensile di 144,37 euro (Tan fisso 5,15% e Taeg 5,79%). I clienti possono procedere online con firma digitale e interfacciarsi con la banca via web, telefono o WhatsApp. Questo tipo di prestito si rivolge a chi ha reddito dimostrabile e un’età compresa tra i 18 e i 70 anni.

Il Tasso Annuo Nominale è pari al:

  • 4,45% per durata pari a 36 mesi,
  • 4,84% per durata pari a 48 mesi,
  • 4,91% per durata pari a 60 mesi,
  • 5,10% per durata pari a 72 mesi,
  • 5,15% per durata pari a 84 mesi.

Assenti sia le spese mensili che annuali.

Tra i migliori prestiti ristrutturazione del momento c’è anche Prestito Personale Crediper con una rata mensile di 144,65 euro (Tan fisso 5,70% e Taeg 5,89%). Si tratta di un prodotto 100% online con firma digitale. Tra i punti di forza di questo prestito ci sono la snellezza operativa e l’assenza di spese di istruttoria. I destinatari di questo prodotto hanno un reddito dimostrabile e un’età compresa tra i 18 e i 72 anni. Consigliata la firma del coniuge se chi richiede il prestito è coniugato.

Passiamo ora a una simulazione di prestito ristrutturazione da 20.000 euro per una durata di 84 mesi. Il richiedente è un impiegato di 40 anni residente in provincia di Roma. 

Tra le soluzioni più convenienti c’è CreditExpress Dynamic di UniCredit che presenta una rata mensile di 289,68 euro (Tan fisso 5,74% e Taeg 5,90%). Numerosi i vantaggi offerti da questo prodotto: firma digitale, assenza di spesa e consulenza personalizzata in filiale. Con questo prodotto è possibile finanziare la ristrutturazione e la riqualificazione energetica della casa. 

Credito Flessibile è il prestito ristrutturazione proposto da Findomestic Banca. La rata mensile ammonta a 293 euro (Tan fisso 6,08% e Taeg 6,25%). Questo prodotto è riservato a lavoratori dipendenti, autonomi e pensionati. Il finanziamento può essere assistito da garanzie fideiussorie. Tra i documenti richiesti per accedere al prestito ristrutturazione vi sono: documento d'identità in corso di validità, codice fiscale, una bolletta di utenza intestata, ultimo modello unico per i lavoratori autonomi, ultima busta paga e ultima Certificazione Unica per i lavoratori dipendenti, cedolino pensione per i pensionati.

A cura di: Tiziana Casciaro

Articoli correlati


Richiesta di contatto×
Espandi