logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

I migliori prestiti liquidità di gennaio 2023

Sono tanti i motivi per cui si ricorre a un prestito liquidità: dall'acquisto di un bene alle scadenze fiscali. Per richiedere questo finanziamento servono sia documenti anagrafici che reddituali. La banca valuterà il merito creditizio del richiedente ed erogherà il capitale in breve tempo.

Pubblicato il 17/01/2023
banconote di diversi tagli arrotolate
I migliori prestiti liquidità di gennaio 2023

È il prestito più richiesto perché permette di far fronte a una serie di necessità. Il prestito liquidità può essere utilizzato per l’acquisto di beni o servizi, per far fronte a scadenze fiscali o anche per avere un capitale a disposizione per le spese correnti. Rientra nella categoria dei prestiti non finalizzati in quanto non vanno presentati preventivi di spesa, né la somma è vincolata all’acquisto di specifici beni. L’ammontare richiesto viene erogato direttamente sul conto del consumatore.

Nel periodo agosto 2022 - gennaio 2023, secondo l’Osservatorio Prestiti di PrestitiOnline.it, il prestito liquidità ha contato per il 27,54% sul totale delle richieste di finanziamento effettuate sul sito, posizionandosi in prima posizione. L’ammontare medio di una richiesta per liquidità è pari a 9.226 euro, mentre la durata più ricercata è di 60 mesi. Secondo i dati relativi all’ultimo semestre, la finalità liquidità è più richiesta a Terni con il 33,99%, a Fermo con il 33,80% e ad Ascoli Piceno con il 33,74% delle richieste.

Confronta prestiti per ogni finalità e risparmia fai subito un preventivo

Come richiedere un prestito liquidità

Per richiedere un prestito liquidità occorrono sia documenti anagrafici che reddituali. La banca valuterà la pratica, il merito creditizio del richiedente ed erogherà il finanziamento in breve tempo. Naturalmente è necessario avere un reddito dimostrabile per scongiurare casi di insolvenza.

È sempre conveniente, prima di presentare una domanda di finanziamento, sondare il mercato e confrontare più preventivi. Grazie all’utilizzo di comparatori, come Segugio.it, si risparmia sia tempo sia denaro. La comparazione viene effettuata in pochi minuti e gratuitamente.

Facciamo una simulazione da 10.000 euro per una durata di 84 mesi e ipotizziamo che il richiedente sia un impiegato di 40 anni residente in provincia di Milano. La rilevazione è stata effettuata il 17 gennaio e presenta come soluzioni più convenienti:

  • Prestito liquidità Sella Personal Credit
  • Prestito liquidità Younited

Il prestito liquidità di Sella Personal Credit presenta una rata mensile di 153,88 euro (Tan fisso 7,60% e Taeg 7,94%). I clienti possono gestire il finanziamento online. L’importo massimo finanziabile è di 60.000 euro.

A far richiesta di questo prodotto possono essere:

  • lavoratori dipendenti a tempo indeterminato con almeno 12 mesi di lavoro dalla richiesta (24 mesi se extra UE);
  • lavoratori autonomi con almeno 24 mesi di attività (36 mesi se extra UE) con CCIAA in visione e pensionati.

La durata massima del prestito liquidità Sella è di 120 mesi. Assenti le spese mensili. I documenti richiesti per accedere al finanziamento sono: documento identità, tessera sanitaria, permesso di soggiorno in caso di cliente cittadino extra-UE, e-mail, documento di reddito, visura CCIA / Iscriz. Albo / Attribuzione P.IVA per cliente autonomo, estratto conto trimestrale e utenza intestata. L’erogazione avviene in 5 giorni.

Anche il prestito liquidità di Younited Credit è tra le soluzioni più convenienti del momento. La rata mensile ammonta a 153,96 euro (Tan fisso 6,26% e Taeg 7,89%). I richiedenti hanno un’età compresa tra 18 e 70 anni.

L’importo finanziabile è:

  • da 3.000 a 50.000 euro per durate fino a 72 mesi;
  • da 6.000 a 29.500 euro per durata 84 mesi.

Il Tasso Annuo Nominale varia a seconda della durata:

  • 5,46% per durata pari a 36 mesi;
  • 5,61% per durata pari a 48 mesi;
  • 5,92% per durata pari a 60 mesi;
  • 6,23% per durata pari a 72 mesi;
  • 6,26% per durata pari a 84 mesi.

I clienti non devono affrontare né spese mensili, né annuali. Facoltative le spese assicurative. I documenti richiesti per accedere al prestito sono: codice fiscale o tessera sanitaria, carta di identità in corso di validità, documento di reddito (ultime 2 buste paga, ultimo cedolino pensione, ultimo modello unico PF completo). La banca richiede anche un documento che attesti codice IBAN e BIC. La somma viene concessa tramite bonifico bancario sul conto corrente del richiedente entro massimo 15 giorni dalla conferma della concessione del credito.

A cura di: Tiziana Casciaro

Articoli correlati