Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

I migliori prestiti auto di maggio 2021

Richiedere e ottenere un prestito auto è un'operazione alquanto semplice e priva di difficoltà. Non bisogna iscrivere un'ipoteca su un bene di proprietà, né presentare garanzie reali. Spesso può essere però necessaria per alcuni istituti di credito la firma di un coobbligato.

Pubblicato il 24/05/2021
I migliori prestiti auto di maggio 2021

Auto elettriche e ibride, ma anche ultimi modelli di SUV. Sono soprattutto questi veicoli a salire in classifica negli ultimi mesi. Gli italiani iniziano, infatti, a strizzare l’occhio alla mobilità sostenibile, optando per veicoli non inquinanti. A spingere gli acquirenti verso questi nuovi prodotti sono sia le agevolazioni che la maggiore coscienza ambientale.

L’automobile, così come la casa, occupa un ruolo prioritario nella vita di tutti noi. Per molti le "quattro ruote" sono un mezzo indispensabile per muoversi e raggiungere la sede di lavoro. L’acquisto di una macchina, però, non sempre è un passo facile da compiere. In tanti si ritrovano in difficoltà, pur essendo un bene necessario. Ecco perché richiedere un prestito auto può rappresentare la soluzione più giusta per fare questo acquisto in tutta serenità.

Chi richiede un prestito auto non è tenuto a iscrivere un’ipoteca su un bene di proprietà. Solitamente non vengono, infatti, richieste garanzie reali. Gli istituti di credito, ai fini di scongiurare rischi di insolvenza, possono però richiedere la firma di un coobbligato.

Le offerte di primavera

Segugio.it offre l’opportunità di confrontare i migliori prestiti auto del giorno per scegliere la soluzione che più si addice alle proprie esigenze tra le tante proposte fatte da banche e finanziarie convenzionate. Si può richiedere un prestito sia per finanziare l’acquisto di un’auto nuova e a km zero che di una vettura usata.

Proviamo a fare una simulazione di prestito auto nuova o a km zero da 5.000 euro per una durata di 66 mesi. Ipotizziamo che il richiedente sia un impiegato di 40 anni residente in provincia di Roma. La rilevazione è stata effettuata il 24 maggio.

Al primo posto c’è Credito Personale di Agos con una rata mensile di 72,68 euro (Tan fisso 5,85% e Taeg 7,30%). I destinatari di questo finanziamento sono i soggetti privati con documentazione di reddito dimostrabile. I documenti da presentare sono: documento d’identità, codice fiscale e ultima busta paga per i dipendenti; modello unico per gli autonomi e cedolini pensione per i pensionati.

Conveniente per l’acquisto di un’auto nuova anche Prestito Personale Crediper con una rata mensile di 73,52 euro (Tan fisso 6,20% e Taeg 6,45%). Tanti i punti di forza di questo prodotto di credito: zero spese di istruttoria, snellezza operativa e finanziamento 100% online con firma digitale. Questo prestito può essere richiesto da chi ha reddito dimostrabile con età compresa tra i 18 e i 72 anni. Nel caso in cui il richiedente sia sposato, è sempre preferibile la firma del coniuge. I documenti richiesti sono: copia di documento d'identità, codice fiscale e ultimo documento di reddito, ultima busta paga per dipendenti, modello unico per autonomi, certificazione unica per pensionati.

Quali sono, invece, le migliori offerte per chi intende richiedere un prestito per l’acquisto di un’auto usata? Scopriamolo insieme. Facciamo una simulazione di prestito auto da 10.000 euro per una durata di 90 mesi. Immaginiamo che il richiedente sia un impiegato di 40 anni residente in provincia di Milano.

Tra le soluzioni più convenienti c’è Credito Flessibile di Findomestic Banca con una rata mensile di 139,70 euro (Tan fisso 6,29% e Taeg 6,48%). Assenti le spese accessorie. I clienti possono procedere online con firma digitale. Questo tipo di prestito auto è rivolto a lavoratori dipendenti, autonomi e pensionati. I clienti ricevono la somma mediante bonifico sul conto corrente o tramite un assegno. Anche il rimborso avviene direttamente tramite addebito sul conto corrente. Sia il bonifico che l’assegno verranno effettuati entro due giorni dal contratto sottoscritto dal richiedente prestito e dall’invio dei documenti richiesti dall’istituto di credito.

A cura di: Tiziana Casciaro

Articoli correlati


Richiesta di contatto×
Espandi