Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

I migliori prestiti ristrutturazione di gennaio 2021

Ristrutturare casa significa rendere la propria abitazione più efficiente, sicura e più bella sul piano estetico. Gli interventi di restyling, però, non sono sempre alla portata di tutti. Spesso può essere utile ricorrere a un prestito ristrutturazione per far fronte ai lavori.

Pubblicato il 28/01/2021

Il momento di ristrutturare casa arriva per tutti. Gli anni passano e anche le nostre abitazioni hanno bisogno di qualche intervento per rispondere al meglio alle nostre esigenze in termini di sicurezza, efficienza ed estetica. La ristrutturazione casa equivale sia a interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria che a modifiche strutturali e architettoniche dell'edificio. Insomma ce n'è per tutti.

Cambiare totalmente il volto delle nostre quattro mura non è però un'impresa da poco e soprattutto per tutti. Spesso occorre, infatti, un capitale di cui non sempre si dispone. Ecco perché si opta per un prestito ristrutturazione che permette di gestire le spese e di far fronte ai vari interventi in casa, anche se improvvisi, con maggiore serenità.

I prestiti ristrutturazione rientrano nella categoria dei prestiti personali: il tasso applicato è in genere fisso e il piano di ammortamento prevede rate costanti. Non occorrono garanzie reali per accedere al credito.

Le migliori offerte di inizio anno

Se devi finanziare la ristrutturazione della tua casa e non sai ancora come fare e a chi rivolgerti, corri su Segugio.it per confrontare i migliori prestiti ristrutturazione del giorno e scegliere il finanziamento più adatto a te. Vediamo, ad esempio, quali sono i migliori prestiti ristrutturazione da 10.000 euro e per una durata di 84 mesi. Ipotizziamo che il richiedente abbia 40 anni e sia residente in provincia di Milano. La rilevazione è stata effettuata nella giornata del 28 gennaio.

La soluzione migliore è Credito Personale di Agos (Tan fisso 5,97% e Taeg 6,14%) con una rata mensile di 145,94 euro. Non ci sono spese d'istruttoria e le spese assicurative sono facoltative. Il prestito può essere richiesto da tutti i privati con documentazione di reddito dimostrabile. Se il richiedente fosse coniugato, sarebbe preferibile la firma del coniuge.

Una volta ricevuto l’esito positivo da Agos Ducato e da Segugio.it mediante mail, il cliente riceverà il bonifico direttamente sul conto corrente. Anche il rimborso avviene mediante addebito diretto su conto corrente.

Tra i migliori prestiti ristrutturazione c'è poi Prestito Personale di Cofidis (Tan fisso 6,25% e Taeg 6,51%) con una rata mensile di 147,29 euro. Questo prestito si rivolge a persone fisiche che hanno un reddito dimostrabile e un'età compresa tra i 18 e i 70 anni al momento del finanziamento.

Le spese mensili sono assenti, così come quelle assicurative. Il contratto di finanziamento può essere assistito da garanzie fideiussorie. Se la pratica avrà esito positivo, il richiedente riceverà il contratto via email e lo dovrà firmare digitalmente. Il bonifico verrà poi erogato sul conto corrente bancario o postale intestato al richiedente. Il rimborso avviene con rate mensili addebitate su conto corrente; la scadenza è fissata il giorno 1 di ogni mese.

Superbonus 110%: quando si applica?

Se si punta poi a rendere più efficiente sul piano energetico la nostra casa o a renderla più sicura con interventi antisismici, c'è il Superbonus 110% a rispondere alle nostre necessità. Tale agevolazione, riconosciuta nella misura del 110%, si applica nel caso in cui vengano effettuati: interventi di isolamento termico sugli involucri; sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni; sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti o interventi antisismici.

Queste opere rientrano nella categoria degli interventi trainanti. Ci sono poi anche interventi aggiuntivi che rientrano nel Superbonus insieme, però, ad almeno uno degli interventi principali. Parliamo di: installazione di impianti solari fotovoltaici; interventi di efficientamento energetico e di infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici.

Nel caso in cui non si fruisse in maniera diretta della detrazione, si potrà scegliere tra la cessione del credito o uno sconto in fattura dai fornitori di beni e servizi.

A cura di: Tiziana Casciaro

Articoli correlati


Richiesta di contatto×
Espandi