logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Le migliori cessioni del quinto per privati di novembre 2023

I prestiti con cessione del quinto sono i più richiesti dai dipendenti privati. Questi finanziamenti, a tasso fisso e con rata costante, prevedono il rimborso con addebito diretto della rata sullo stipendio. Tante le proposte delle banche nel mese di novembre.

Pubblicato il 29/11/2023
segugio.it offerte di cessione del quinto 2023
Le migliori cessioni del quinto per dipendenti privati

Sono i dipendenti privati coloro che fanno più ricorso ai prestiti con cessione del quinto, finanziamenti a tasso fisso che presentano il rimborso mediante addebito diretto della rata sullo stipendio. Questa formula prevede che la rata trattenuta sia fino a un quinto dell’importo totale della busta paga.

Secondo l’ultimo Osservatorio Prestiti di Segugio.it, le richieste di cessione del quinto da parte dei dipendenti privati rappresentano il 50,8% del campione esaminato nel quarto trimestre dell’anno. Al secondo posto vi sono i dipendenti pubblici (28,0%) e a seguire i pensionati (21,2%).

Attualmente la cessione del quinto rappresenta una delle forme di finanziamento più convenienti: i migliori tassi medi dei prestiti personali hanno raggiunto, infatti, il 7,63%, mentre i Taeg delle cessioni del quinto per dipendenti privati sono pari al 5,82%. I più bassi sul mercato restano i tassi medi applicati alle cessioni del quinto per dipendenti pubblici: 4,71%. Il miglior tasso medio per una cessione del quinto della pensione è invece pari al 5,79%.

Scopri la convenienza della cessione del quinto fai subito un preventivo

Chi offre la migliore cessione del quinto a dipendenti privati?

Il maggior numero di richieste di prestiti con cessione del quinto arriva dal Nord Italia (50,0%). Si piazzano al secondo posto il Sud e le isole con una percentuale del 28,0% e infine il Centro Italia con il 22,0%. L’importo medio richiesto da un dipendente privato è di 19.762 euro nel quarto trimestre dell’anno.

Ci serviamo del comparatore Segugio.it per simulare la richiesta di un prestito con cessione del quinto per un dipendente privato di 40 anni residente a Milano che percepisce uno stipendio mensile di 1.600 euro. Ipotizziamo che la rata abbia un importo di 300 euro e che il finanziamento abbia una durata di 10 anni.

Ecco le occasioni web del 29 novembre:

  • Cessione del quinto Capitalfin
  • Cessione del quinto Privato UniCredit
  • Cessione del quinto BNL-BNP Paribas

È la cessione del quinto Capitalfin a posizionarsi al primo posto con un netto erogato di 25.976,06 euro (Taeg 7,10% e Tan 6,88%). Questo finanziamento si rivolge a dipendenti pubblici e statali, a dipendenti privati e a pensionati. L’importo massimo finanziabile è di 100.000 euro, mentre le durate previste sono: 24, 36, 48, 60, 72, 84 ,96, 108, 120 mesi. Non ci sono spese mensili, mentre è obbligatoria l’assicurazione Rischio Vita-Rischio Impiego per garantire il pagamento del debito residuo in caso di eventi avversi. La polizza viene offerta dalla banca che si occuperà del versamento del premio. La somma viene erogata ai clienti tramite bonifico o assegno, mentre il rimborso – così come previsto dal prestito con cessione del quinto – viene effettuato dal datore di lavoro tramite addebito diretto sullo stipendio.

C’è anche la Cessione del quinto Privato di UniCredit tra le soluzioni più vantaggiose del mese. Il netto erogato ammonta a 25.872,35 euro (Taeg 7,20% e Tan 6,97%). Questo finanziamento a tasso fisso e con rimborso a rate costanti è destinato ai dipendenti privati: la rata viene trattenuta dalla busta paga da parte del datore di lavoro e pagata direttamente alla banca che ha concesso il prestito. L’età massima del cliente alla scadenza del finanziamento non deve essere superiore a 66 anni per i dipendenti privati e parapubblici. Le durate previste sono: 24, 36, 48, 60, 72, 84, 96, 108, 120 mesi. I clienti non devono affrontare spese mensili e annuali. Le spese assicurative sono a carico di UniCredit.

BNL-BNP Paribas propone la Cessione del quinto con netto erogato di 25.837,91 euro (Taeg 7,23% e Tan 7,00%). Questo finanziamento è destinato a lavoratori dipendenti con età compresa tra 18 e 67 anni (pubblico o statale), a dipendenti privati di età compresa tra 18 e 66 anni e a pensionati con età compresa tra 50 e 83 anni. L’importo massimo finanziabile è di 75.000 euro, mentre le durate previste sono: 24, 36, 48, 60, 72, 84, 96, 108, 120 mesi. Obbligatoria la polizza Rischio Vita-Rischio Impiego, che viene sottoscritta dalla banca, mentre il cliente è l’assicurato. La somma viene erogata mediante bonifico bancario sul conto corrente indicato dal richiedente, mentre il rimborso avviene con addebito diretto sullo stipendio del dipendente privato. La scadenza della prima rata è comunicata al cliente nella lettera di benvenuto.

A cura di: Tiziana Casciaro

Come valuti questa pagina?

Valutazione media: 5 su 5 (basata su 2 voti)

Articoli correlati