logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Richiedere una cessione del quinto: le migliori per un dipendente privato

Cresce la popolarità della cessione del quinto, e adesso trova il favore anche dei dipendenti privati. Merito dei tassi favorevoli, della normativa più chiara e dell'atteggiamento di apertura delle banche, per le quali la convenienza di questa formula diventa anche convenienza per il cliente.

Pubblicato il 07/01/2022
donna sorridente riceve una busta
La cessione del quinto trova il favore dei dipendenti privati

La crescente popolarità della cessione del quinto degli ultimi anni, alimentata da una normativa più chiara e trasparente e da una maggiore convenienza di questo tipo di finanziamento per banche e clienti, ne ha migliorato anche la performance in termini di tassi di interesse.

Secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio di PrestitiOnline, le richieste dei dipendenti privati sono passate dal 43,3% del totale nel primo trimestre del 2021, al 53,4% del terzo trimestre, fino al 58,3% di ottobre, il massimo registrato dall’Osservatorio.

Ricordiamo che mediamente con una cessione del quinto si possono ottenere importi elevati con durate fino a 10 anni. Qui vediamo cosa offre il mercato se si è in cerca della migliore occasione di cessione del quinto per un dipendente privato di 40 anni residente a Milano con 7 anni di anzianità lavorativa e uno stipendio di 1.600 €. La simulazione è stata fatta il 7 gennaio sul comparatore Segugio.it prima con una rata di 300 € al mese, quindi con una rata di 150 € al mese per una durata di 10 anni.

Scopri la convenienza della cessione del quinto fai subito un preventivo

Con una rata di 300 € al mese, la migliore occasione di cessione del quinto è di Bibanca, società specializzata nei business consumer finance e payments, che distribuisce i propri prodotti attraverso le circa 1800 filiali di Bper Banca e del Banco di Sardegna, oltre che avvalendosi della propria rete diretta di agenti in attività finanziaria.

Il netto erogato è di 28.294,42 € con Tan Fisso 4,99% e Taeg 5,11%. Destinato a chi ha reddito da lavoro dipendente, Bibanca finanzia fino al massimo consentito dalla quota cedibile e nei limiti dei parametri assuntivi previsti dalle compagnie assicurative, visto che il finanziamento è assistito obbligatoriamente per legge e per tutta la sua durata da una copertura assicurativa a garanzia del rischio vita e impiego per i dipendenti.

I documenti da presentare sono:

  • tessera sanitaria o codice fiscale;
  • documento d'identità;
  • ultima busta paga o ultimo cedolino della pensione;
  • codice Iban del conto corrente.

L'iter dell’istruttoria prevede come da prassi il coinvolgimento dell’amministrazione presso la quale il cliente è dipendente e delle compagnie assicurative, rendendo variabile la tempistica di erogazione.

Seconda cessione più conveniente per Unicredit con Cessione del Quinto Privato e un netto erogato di 28.025,39 €, Tan Fisso 5,20%, Taeg 5,33%.

Si tratta di un finanziamento destinato a dipendenti privati che al termine del prestito abbiano un’età massima non superiore ai 66 anni. Non prevede alcuna spesa di istruttoria, periodica e alcuna imposta di bollo, perché assolta dalla Banca: è prevista invece una polizza obbligatoria vita temporanea e una polizza credito a copertura del rischio di mancato rimborso del finanziamento.

I documenti da presentare sono:

  • documento d’identità;
  • codice Fiscale o tessera sanitaria;
  • busta paga;
  • certificato di stipendio o attestato di servizio.

L’esito della richiesta verrà comunicato da UniCredit previa valutazione del merito creditizio.

Anche in questo caso i tempi di erogazione del prestito non sono prevedibili con esattezza perché l'iter di istruttoria prevede il coinvolgimento dell’amministrazione presso la quale il cliente è dipendente e delle compagnie assicurative.

Nel caso in cui la rata definita sia pari a 150 €, le migliori soluzioni rimangono quelle di Bibanca e Unicredit.

Nel primo caso con una cessione del quinto il dipendente privato potrà ottenere la somma di 14.125,33 € con Tan Fisso 5,03% e Taeg 5,14%. Le restanti condizioni sono identiche a quelle viste sopra per la rata di 300 €.

Con Unicredit il netto erogato ammonta a 14.012,69 €, Tan fisso 5,20% e Taeg 5,33%. Anche in questo caso valgono le condizioni definite sopra.

A cura di: Paola Campanelli

Articoli correlati