logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Quando si può rinnovare la cessione del quinto dello stipendio?

La cessione del quinto è un'operazione finanziaria che permette a lavoratori dipendenti e pensionati di poter ottenere, in maniera semplice e veloce, del credito da parte di una banca. Se, però, si ha bisogno di un ulteriore finanziamento, è possibile rinnovare la cessione.

imprenditore dà busta paga a impiegato
Come e quando rinnovare la cessione del quinto dello stipendio

La cessione del quinto ha una durata prevista per legge che varia da un minimo di 24 mesi ad un massimo di 120, è pertanto un finanziamento con un orizzonte temporale medio lungo. È facile intuire come, nei casi di durata massima, possano insorgere esigenze improvvise e impreviste che impongono di rifinanziare la cessione. Come operare in questi casi? Esistono dei vincoli che possono limitare la realizzazione della nuova esigenza?

Vediamo adesso di capire come sia consigliabile muoversi in questi casi.

Quando si può rinnovare la cessione del quinto dello stipendio?

Anzitutto bisogna capire cosa si intende per rinnovo della cessione per non far confusione con l’estinzione anticipata. In questo caso si realizza la chiusura definitiva della cessione in corso, estinguendo il debito residuo in essere alla data in cui si decide di intervenire. La banca o la finanziaria, su richiesta del cliente, emette i conteggi estintivi. Versando la somma indicata nel conteggio, con un semplice bonifico, si chiude la cessione in anticipo.

Questo accade quando abbiamo la disponibilità di capitali che ci consentono di poter procedere, ma quando questo non è possibile l’unica soluzione alternativa è il rinnovo della cessione del quinto. In pratica si sostituisce la vecchia cessione con una nuova (così come prescritto dalla normativa, che impone la presenza di una sola trattenuta sulla busta paga con la causale "cessione del quinto") a condizione che questa operazione comporti l’erogazione di una somma di danaro significativa al cliente, oltreche la somma necessaria per chiudere il debito residuo in essere sulla vecchia cessione. La logica è creare un consumatore consapevole che abbia un vantaggio economico concreto nel rinnovare la cessione.

Scopri quanto risparmieresti con la cessione del quinto Fai subito un preventivo

Come si calcola il rinnovo della cessione del quinto?

Se l’estinzione anticipata non trova limiti per la sua applicazione il rinnovo della cessione del quinto è invece strettamente regolamentato dalle autorità garanti (vedi come ultimo aggiornamento l’Orientamento Banca d’Italia del 30 marzo 2018), questo perché nel passato è stato utilizzato in maniera impropria, con gravi danni economici a carico dei consumatori che, ad ogni rinnovo, subivano i costi di attivazione, assicurazione e mediazione anticipati, senza alcun rimborso sul periodo di ammortamento residuo, come invece accade oggi.

La regola base consiste nel poter rinnovare la cessione solo dopo che è trascorso il 40% del piano di ammortamento. Nell’ipotesi di una durata decennale si potrà rinnovare La cessione dopo il pagamento della 48° rata o, se si preferisce, dopo il quarto anno di pagamenti. Questo assicura che, partendo con la nuova cessione, la cifra erogabile possa avere una consistenza tale da chiudere il vecchio debito e consentire di ottenere una somma significativa al consumatore per la nuova esigenza sopravvenuta.

La logica di ottenere una cifra significativa, imposta dall’autorità garante, consente, inoltre, nel caso di rinnovo di una cessione con durata massima di 60 rate, di poter derogare alla regola del 40% solo esclusivamente nelle ipotesi di rinnovo a 120 mesi.

Come scegliere il miglior rinnovo della cessione del quinto?

Vale sempre la regola della cautela! Anzitutto il rinnovo della cessione del quinto deve corrispondere a un'esigenza reale del consumatore, pertanto nel tempo si è cercato di limitare quelle operazioni che fossero riconducibili a condotte opportunistiche da parte degli agenti o degli intermediari finanziari, che hanno dato l’impulso a numerosi contenziosi verso gli operatori finanziari, per via della scarsa trasparenza dei costi dell’operazione.

Nella scelta della miglior soluzione per il rinnovo della cessione del quinto, infatti, dobbiamo pretendere che tutti i dettagli dei costi relativi al rinnovo siano resi chiari, espliciti e dettagliati, per poter valutare correttamente la convenienza dell’operazione.

L’utilizzo di un sito comparatore come Segugio.it ci consente, attraverso le schede prodotto, di poter disporre di tutte le informazioni necessarie per effettuare una scelta consapevole e inoltre ci dà la possibilità di confrontare le offerte di numerose banche o finanziarie.

L’opportunità di avere a disposizione diverse soluzioni e di poterle paragonare tra loro, in tempo reale, assicura al consumatore una scelta ponderata, basata sia sui classici parametri economici di risparmio e convenienza, come la rata mensile, il TAN ed il TAEG, che sulla comodità operativa, potendo scegliere una gestione personalizzata sulla base della praticità dell’istruttoria.

È, infatti, possibile operare mediante gli agenti, con i quali concordare appuntamenti a domicilio, direttamente in filiale nel caso si preferisca un approccio istituzionale o completamente online, nel caso in cui gli impegni quotidiani non consentono di poter disporre del tempo necessario per procedere con la modalità della presenza fisica. Se, tuttavia, queste informazioni da sole non fossero sufficienti per decidere in autonomia, è sempre buona regola rivolgersi direttamente agli intermediari finanziari che fornisco un servizio di assistenza diretta alla propria clientela.

Segugio.it, alla sezione prestiti, mette a disposizione dei clienti i suoi specialisti del credito, un team di operatori finanziari regolarmente abilitati ed iscritti negli Elenchi OAM (l’Organismo competente per la gestione degli Agenti e Mediatori Creditizi a tutela del consumatore), che sono in grado di analizzare le esigenze, verificare le caratteristiche personali e fornire tutte le informazioni che danno la possibilità di poter fare la scelta migliore.

A cura di: Carlo Unali

Domande correlate