Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Cessione del quinto: i migliori prestiti per un 60enne

Pubblicato il 20/06/2020

Sia i dipendenti che i pensionati sanno di poter contare sulla cessione del quinto per poter ottenere un finanziamento semplice e comodo che consente di rimborsare il capitale con addebito diretto sullo stipendio o sulla pensione. Un finanziamento non finalizzato e rimborsabile in comode rate mensili; l’importo della rata di rimborso non è mai superiore alla quinta parte dello stipendio netto mensile o della pensione.

L’importo massimo del finanziamento

L’importo massimo del prestito dipende dagli anni di anzianità lavorativa del richiedente prestito, dal TFR cumulato e dall’importo dello stipendio o della pensione mensile. È chiaro che maggiore sarà, ad esempio, il TFR maturato dal lavoratore, superiore sarà la disponibilità della banca ad erogare importi più alti.

I prestiti più convenienti per un 60enne

Facciamo una simulazione e ipotizziamo che un pensionato residente a Roma faccia richiesta di un prestito con cessione del quinto della durata di 60 mesi. Supponiamo che il richiedente abbia 60 anni, percepisca una pensione netta mensile di 1.800 euro e che l’importo della rata sia di 200 euro.

Al primo posto si piazza la Cessione del quinto di Banca Nuova Terra con un netto erogato di 10.338,40 euro (Taeg 6,20% e Tan 6,03%). Questo tipo di prestito si rivolge ai pensionati e ai lavoratori dipendenti (privati, pubblici o statali) che hanno un’età compresa tra i 18 e i 75 anni. L’età massima alla scadenza è di 80 anni non compiuti.

L’importo finanziabile è fino al massimo consentito dalla quota cedibile e nei limiti dei parametri assuntivi previsti dalle compagnie assicurative. Necessaria un’assicurazione rischio vita-rischio impiego. Il pagamento è a carico della banca; il cliente è l’assicurato. 

Per un 60enne conveniente pure la Cessione del quinto CreditOnline di Centro Finanziamenti che prevede un netto erogato di 10.238,09 euro (Taeg 6,63% e Tan 6,36%). A far richiesta del prestito possono essere sia lavoratori dipendenti che pensionati con un’età compresa tra i 18 e gli 83 anni. Obbligatoria la sottoscrizione di un’assicurazione rischio vita e rischio impiego che tuteli la banca in caso di mancato pagamento per la copertura dell’importo ancora dovuto. L’importo sarà erogato mediante bonifico bancario sul conto corrente indicato dal richiedente.

Findomestic Banca propone la Cessione del Quinto con un netto erogato di 10.221,74 euro (Taeg 6,70% e Tan 6,50%). Questo prestito si rivolge ai lavoratori dipendenti e ai pensionati con età compresa tra i 18 e i 75 anni. Una volta ricevuta la richiesta di finanziamento, l’istituto contatta il cliente sia telefonicamente che mediante mail per dare informazioni e dettagli sui passi da fare per ottenere il prestito.

L’esito viene poi comunicato mediante posta elettronica. Il richiedente riceverà l’importo mediante bonifico su conto corrente. Il rimborso viene effettuato dal datore di lavoro o dall’ente previdenziale mediante addebito sullo stipendio o sulla pensione.

Vantaggiosa pure la Cessione del quinto di TidoCredito by Pitagora che prevede un netto erogato di 10.193,20 euro (Taeg 6,82% e Tan 6,41%). A farne richiesta possono essere sia i lavoratori dipendenti che i pensionati con età compresa tra i 18 e gli 84 anni. L’istruttoria della pratica è variabile in base al tipo di lavoratore, alla durata e all’importo finanziato.

Assenti sia le spese mensili che annuali. Il consumatore ha il diritto di rimborsare il credito anche prima della scadenza del contratto, in qualsiasi momento, in tutto o in parte. Per accedere al finanziamento bisogna presentare: codice fiscale, carta d’identità, ultime due buste paga (o cedolino pensione), ultima certificazione unica.

Eurocqs Gruppo Bancario Mediolanum propone la Cessione del Quinto con un netto erogato di 10.145,83 euro (Taeg 7,03% e Tan 4,85%). Il prestito è riservato a chi ha reddito da lavoro dipendente o da pensione con età compresa tra i 18 e gli 85 anni. L’importo massimo finanziabile è di 100.000 euro.

La prima rata è sempre indicata nel contratto e sarà pagata entro e non oltre il secondo mese successivo alla data della messa a disposizione del cliente della totalità delle somme.

A cura di: Tiziana Casciaro

Articoli correlati


Richiesta di contatto×
Espandi