logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Quanto costa il finanziamento di un'auto?

I costi del finanziamento di un’automobile sono rappresentati principalmente dagli interessi applicati, a cui vanno aggiunte le spese necessarie per ottenere il credito, ma non sempre è facile scegliere tra le tante proposte presenti nel mercato del credito.

auto green in un salvadanaio
Quali sono i costi per comprare un'auto con il finanziamento?

Quando si decide di cambiare la macchina utilizzando un finanziamento auto per realizzare l’acquisto, capita spesso di restare spiazzati di fronte alle numerose offerte, non sempre trasparenti e comprensibili.

Un normale prestito personale presenta delle caratteristiche finanziarie riscontrabili su tutte le offerte praticate da banche e finanziarie. Per la normativa sulla trasparenza bancaria tutte le componenti della proposta devono essere specificate in fase precontrattuale sui fogli informativi, negli annunci pubblicitari, tramite il modello SECCI e, infine, in fase di accettazione della proposta, nel documento di sintesi e nel contratto da sottoscrivere. Gli oneri del finanziamento di un’automobile sono da ricondurre principalmente agli interessi applicati, a cui vanno sommate le spese, sostanzialmente di due tipologie:

  • Spese iniziali o Up-Front,
  • Spese ricorrenti o Recurring.

Le prime, le spese iniziali, sono quelle che occorrono per avviare la richiesta e ottenere il finanziamento, tra queste si trovano quelle per lapertura della pratica e i bolli. Nelle spese ricorrenti, generalmente a cadenza mensile o annuale, trovano riscontro gli incassi rata, le comunicazioni annuali e ovviamente gli interessi. Bisogna, inoltre, prestare attenzione al fatto che le spese devono essere imputate sul capitale finanziato e mai richieste anticipatamente. Infine, è sempre bene ricordare che tutti i costi legati all’apertura del credito, qualora non siano ricompresi nel TAN – prodotti TuttoTan a spese zero - devono essere riportati in maniera analitica, relativamente a ogni singola componente di costo.

Quanto costa un’auto con un prestito personale?

La decisione di muoversi in autonomia sul mercato del credito comporta la valutazione dei costi come per un normale prestito personale, anche se è consigliabile specificare espressamente la finalità di acquisto auto. Questo è un passaggio importante nella fase di richiesta dei preventivi, in quanto la valutazione dell’insolvenza o dei ritardi associati corrisponde a un profilo di rischio credito tra i più bassi del mercato, con i seguenti vantaggi:

  • l’applicazione di tassi di interesse e costi inferiori alla media dei prestiti,
  • ampia offerta, essendo un mercato molto appetibile dalle banche o finanziarie.

In questi casi la valutazione del prestito è molto semplice e già gli indicatori di TAN e TAEG sono molto efficaci nel fornire un’informazione semplice e immediata su quanto si paga per l’uso del denaro. Per contro, è probabile incorrere in una serie di svantaggi dovuti principalmente a:

  • Difficoltà nella valutazione dei preventivi per l’eccesso di offerta,
  • Difficoltà nella comparazione tra prestiti auto e soluzioni per il noleggio a lungo termine.

Nella valutazione dell’offerta più conveniente bisogna prestare particolare attenzione alle assicurazioni opzionali perché queste, non essendo obbligatorie, non rientrano nel calcolo del TAEG. Attraverso l’uso di un sito di comparazione online come Segugio.it è possibile conoscere il costo totale del creditto, il 'totale dovuto', grazie al quale si può valutare con precisione la cifra complessiva del finanziamento. Inserendo o togliendo la voce assicurazione è possibile rendersi conto come il TAEG resta invariato, ma non il totale dovuto, che viene maggiorato del premio per l’assicurazione.

Confronta i finanziamenti auto e risparmia Fai un preventivo

Quali sono i costi dei finanziamenti auto dai concessionari?

Il panorama delle proposte per l’acquisto delle auto nuove dai concessionari è molto ampio, soprattutto per l’opportunità di poter usufruire degli incentivi statali per la rottamazione assieme ai contributi a carico dei concessionari, grazie ai quali si ottengono interessanti sconti sul prezzo di listino. Spesso le scontistiche sono però collegate a proposte di finanziamento denominate nei più svariati modi dalle banche o finanziarie delle case automobilistiche, le cosiddette Finanziarie Captive, ma che hanno tutte in comune la seguente struttura:

 

I Finanziamenti Auto delle case automobilistiche
Prezzo Si parte dal listino - incentivo statale - contributo del concessionario
Anticipo Somma da versare al momento della sottoscrizione del contratto
Rate In genere articolate su 35 o 47 mensilità
Maxi-rata finale Cifra da versare per riscattare l'auto, altrimenti bisogna restituirla

 

Questo è l’insieme delle componenti base delle proposte presentate dalle principali case automobilistiche, alla quale poi si accompagnano i dettagli finanziari dell’offerta corrispondente al modello selezionato, oltre alle altre informazioni previste per la trasparenza bancaria. In sintesi, possiamo trovare secondo un ordine consueto le seguenti informazioni:

  • TAN e TAEG,
  • Spese di istruttoria,
  • Imposta di bollo,
  • Incasso rata,
  • Valore futuro garantito,
  • Finanziamento protetto polizza credito,
  • Coperture assicurative per assistenza stradale e infortuni conducente,
  • Pacchetti servizio che includono gli interventi di manutenzione.

La struttura finanziaria di simili proposte ricalca lo schema del Leasing auto, più che quello del prestito personale con il quale si finanzia l’intero bene senza fare ricorso alla maxi-rata finale.

Finanziamenti con maxirata finale: pro e contro

L’efficacia delle offerte delle case automobilistiche, proposte per larga parte nei termini che sono stati schematizzati nella tabella, si discosta come struttura dai normali prestiti personali, anche se non è possibile a priori stabilire quale sia la soluzione migliore, perché questa sarà la scelta del consumatore, una volta che gli sono ben chiari i dettagli delle due soluzioni finanziarie.

Pro – Uno dei vantaggi nei prestiti auto con maxirata finale lo si ottiene se l’interesse dell’acquirente è rivolto nell’avere:

  • l’auto sempre nuova e aggiornata ogni pochi anni,
  • la rata a regime relativamente più bassa rispetto al prestito personale,
  • la certezza del valore futuro garantito dell’auto usata, che ci consente di conoscere fin dall’inizio il prezzo da sostenere se si vuole acquistare l’auto definitivamente.

Contro - Proposte di questo genere, nonostante uno sconto ulteriore praticato per la sottoscrizione del pacchetto di finanziamento, prevedono comunque:

  • l'utilizzo di capitali propri importanti nella fase iniziale con l’anticipo, non sempre disponibile,
  • la durata dell’ammortamento predefinita e non modificabile,
  • il ricorso nuovamente all’impiego di risorse nella fase finale del finanziamento, con il riscatto e versamento di una maxi-rata finale, qualora si volesse tenere l’auto in piena proprietà alla fine dell’ammortamento.
A cura di: Carlo Unali

Domande correlate